Surname Origins & History

 

FRIGGIERI

 

Source: Official document prepared by L'Estensore and sent to me by Andrea Friggieri from Milan, Italy.

 

Il casato FRIGGIERI, che fu usato anche nelle forme di FRIGERIO, FRIGGERI, FRIGERI e FRIGIERI, e un patronimico derivato da FRIDIGERIO, nome germanico formato dalle radici 'frid' pace e 'ger' lancia. Per traslato significa difesa.

 

La stirpe in oggetto trae remote origini dalla Lombardia, e le sue numerose diramazioni hanno lasciato notevoli memorie in questa ed in altre regioni. Si sono mantenute per secoli, fino ai nostri giorni, ad un alto livello sociale, ed hanno goduto privilegi nobiliari, caiche pubbliche e dignita civili e religiose.

 

I primi personaggi rivelati dai documenti sono un FRIGERIO, Vescovo di Perugia e di Chiusi al tempo di Innocenzo IV nel 1251, e FRIGERIO, Cappellano della Chiesa di Arcagne nel 1258.

 

Abbiamo notizia poi dell'antichissima e nobile diramazione di Castel S. Pietro, ascritta alla Cittadinanza di Como ed investita di beni dalla Curia di Como nel 1270.

 

A Milano troviamo new secolo XIV Donato, religioso, Rettore di S. Vittore, e Beltramolo, notaio.

 

E' interessante rilevare che il notariato era, a quel tempo, una professione esercitata da personaggi di gran merito e virtu appartenenti a famiglie nobili di rango primario.

 

Ai primi del 1400 visse Pietro che fu padre di Paganino, il quale divenne un celebre intagliatore in legno. Lo ritroviamo nel 1480 esercitante quella professione, non per guadagno, ma per amore all'arte.

 

Nel 1447 Filippo e descritto fra I Decurioni e I Consiglieri nel Consiglio Generale della Repubblica Milanese. Nel 1513, in un antico documento figura il nome di G. Antonio, abate; nel 1527 Giorgio fu Commissario del Popolo e Giovanni Mario, suo fratello, tenne quella carica l'anno successivo.

 

 L'Imperiale Regio Governo della Lombardia nel 1788 dichiaro nobile la famiglia FRIGERIO di Milano.

 

Altro ramo della casata fu decorato del titolo di Conte.

 

Della nobile diramazione Reggiana dei FRIGGIERI se ne hanno notizie nel 1757 coi fratelli Pietro e Carlo.

 

Giovanni, di Vincenzo, di Pietro, vivente nel 1782, fu avvocato ed anche letterato ed appartenne all 'Accademia dei Muti'. Suo fratello Pietro, sacerdote, fu 'Cittadino grave' di Reggio e di Modena.

 

Anche Vincenzo, di Giovanni, di Vincenzo, fu avvocato ed il fratello suo, Fulvio, fu canonico della Cattedrale di Reggio.

 

Vincenzo continuo la famiglia col figlio Giovanni. Questi prese parte al governo provvisorio nel 1831, sposo la nobile Laura Guidelli, ed ebbe parecchi figli, fra cui Vincenzo, nato intorno al 1830.

 

Vincenzo genero Alessandro in Reggio Emilia il 16 Agosto 1863 morto ivi il 28 Dicembre 1923.

 

Alessandro FRIGGIERI sposo Giuseppina Ronzoni dalla quale ebbe Romualdo, nato a Reggio Emilia il 4 Novembre 1892.

 

Il cav. N.H. Romualdo FRIGGIERI si e unito in matrimonio con Maddalena Dalla Vecchia a Torrebelvicino il 3 Gennaio 1920 e da questa unione e nato il figlio Williams in Reggio Emilia il 24 Dicembre 1920.

 

Il N.H. Williams FRIGGIERI e conjugato con Valeria Carnielli, sposata a Milano il 14 Settembre 1950, da cui:

Alessandro, nato a Milano il 27 Febbraio 1951,

Patrizia Teresa, nata a Milano il 17 Ottobre 1955.

 

___________________________________________________________________________________________________________________________

 

FRIGERIO

 

Source: Family Name History prepared by The Historical Research Centre.

Copy purchased at Malta Airport.

 

It is indeed not surprising that one of the first Western European countries, after the fall of the Roman Empire, to institute an hereditary surname system was Italy. The surname FRIGERIO is of Italian origin. There is documentary evidence to show that hereditary names were employed among the patricians of the Republic of Venice in the tenth and eleventh century. The surname FRIGERIO is first recorded in the fifteenth century. As with the Romans, among the Venetians the "cognomen", a "family name", was derived from a name applied to an early ancestor. This name was itself derived from a number of very diverse sources. In the case of the Italian surname FRIGERIO and of its variants FRIGATO, FRIGHI, FRIGO and FEDERIGO, this "cognomen" is derived from a patronym. Patronymic surnames are those names which derive their origin from the personal name of the father of the original bearer of the name as a hereditary family name. In this instance, the name FRIGERIO is derived from a variant of the name Federico/Frederick. The personal name Frederick was recorded in Italy as early as 1000 in its Latin forms of Frederigus, Federicus and Fridericus. The name is ultimately of Germanic origin being derived from the personal name Frithurik meaning "peace-ruler". It was a popular name among Europe's royalty and included kings such as Frederick Barbarossa (1123-1190), King Frederick I of Sicily  (1198-1212) and also Frederick II of Sicily  (1272-1337). References to the surname FRIGERIO include a record of one Filippo FRIGERIO who was consul of the Republic of Milan in 1447. Bardelino FRIGERIO was fiscal mayor of Milan in 1513. Three brothers Giovanni, Antonio and Nicola FRIGERIO were ennobled in 1816 by Francesco I, Emperor of Austria.

 

The following information was sent to me by Fabio Frigeri from Carrara, Italy.

 

ESTRATTO DA: Gianfranco Scotti, Mario Longatti

Cognomi e famiglie delle province di Como e Lecco. Dizionario delle nostre radici.

Como, 1997. La provincia Spa Editoriale.

Il volume è una raccolta di supplementi ai giornali quotidiani La Provincia e La Provincia di Lecco.

PAG 91

 

FRIGERIO

E’ uno dei gentilizi tipici della Lombardia, diffuso a Lecco e specialmente a Maggianico, dove se ne ha notizia fin dal XVI secolo. Un Andrea detto Andreotto de Frugerio de loco Mazanico de Lecco è citato in un atto risalente al 1373 conservato nell’Archivio di stato di Milano. Una famiglia Frigerio, milanese, nota fin dal XVI secolo, fu nobilitata nel 1788 ed è tuttora fiorente. Altri rami si trovano nelle pievi di Fino, Casnate ed in tutto il circondario di Como (a Lemna e Molina, per esempio). Per alcuni il gentilizio trae origine da un nome personale di ascendenza germanica, derivando da Frodgari che significa “prudente lancia”.  Ci sembra però più probabile vederci un adattamento del lombardo fregee “freddoloso” e “luogo freddo”. In lombardo esiste anche il termine fregeri “freddo intenso e prolungato”. Una terza ipotesi ricollega il cognome al lombardo frigee “frutto del bagolaro”. Almeno in alcuni casi, il cognome può avere un’origine toponimica, potendo derivare dal nome della Val Frigeria in provincia di Varese. Un’ultima ipotesi interpretativa fa derivare il cognome dal latino fruges “messi, frumento”. Si tratterebbe in questo caso di un soprannome legato all’attività agricola.

Arma: D’argento al ciliegio di verde fruttifero di nero, movente dalla punta col capo d’oro all’aquila di nero coronata dello stesso e linguata di rosso. Lo stemma della famiglia Frigerio nobilitata nel 1788, simile a quello delle altre famiglie Frigerio, riportato nel Codice Carpani, presenta in luogo della pianta di ciliegio una di bagolaro accreditando, per quanto può valere, la derivazione del cognome dal lombardo frigee = frutto del bagolaro (gfs-ml).

 

Bagolaro (Celtis australis) albero della famiglia delle Ulmacee, detto anche spaccasassi, il suo legno bianco-giallastro è usato per fabbricare attrezzi. Si trova qua e là nei boschi e sulle rupi nella regione mediterranea, fino alla zona montana; ha corteccia grigia, chioma densa, foglie ruvide, ovali, lanceolate e denticolate, fiori piccoli e gialli frutti, a drupa infine nerastri, dolci ed eduli.

 

Fabio also provided the following translation:

 

FROM: Surnames and families in the province of Lecco and Como.

 

FRIGERIO

It is a typical surname in Lombardy. It is very common in Lecco especially at Maggianico, a little town near Lecco, since the XVI century. Andrea called Andreotto de (of) Frugerio from Manzanico (=Maggianico) of Lecco is mentioned in a document of 1373 (State Archives of Milan).  A family Frigerio, from Milan, was raised to the nobility in 1788. Other families are in Fino, Casnate, and in the neighbourhood of Como (Lemna, Molina, etc.)

The origin of the surname Frigerio:

1-from FRODGARI “prudent spear” or “defender of the peace”

2-from the Lombard word FREGEE “cold place” or “person who feels the cold very much”

3-from the Lombard word FREGERI “strong and prolonged cold”

4-from the Lombard word FRIGEE “fruit of the bagolaro”. Bagolaro is a tree (Celtis australis) whose wood was used to make farm tools.

5-from Val Frigeria in province of Varese

6-from the Latin word FRUGES “wheat”, maybe a nickname derived from agricultural work.

 

Coat of arms: A green cherry tree (or a bagolaro tree) with black fruit in a field argent and over a black crowned eagle in a golden field.

 

___________________________________________________________________________________________________________________________

 

FRIGERI

 

Source: Document titled 'Conti e Cavalieri' sent to me by Ferdinando and Fabio Frigeri from Carrara, Italy.

 

La più antica memoria certa di questa casata rimonta al 1478, in cui troviamo un Giuliano che da Faenza si trasferì a Ravenna come segretario di Obizo Polentani.

Però si crede che questa casata fiorisse in Ravenna nel XII secolo sapendosi che un Ugolino, sendo capitano dei Ravennati nell’esercito dell’Imperatore Federico contro Faenza, quivi morì nel 1183. Francesco figlio del suddetto Giuliano, fu spedito nel 1438 a Venezia con autorità di trattare la cessione della città a quella repubblica. Egli ordì all’uopo una congiura d’accordo col fratello Opizo ottenne la restituzione dei beni confiscatigli dal tiranno, l’onore di essere aggregato al senato veneto e la esenzione in perpetuo per sé e i suoi di ogni dazio e gabella. Francesco venne creato prefetto a vita  del magistrato dei danni dati nel 1444, e la stessa carica occupò dopo la di lui morte il figlio Gregorio nel 1462. Malatesta, figlio di Opizo, venne insignito del titolo di Conte e Cavaliere dall’imperatore  Federico III nel dicembre 1468, ed essendo esperto capitano fu più volte inviato a Venezia per emergenze di guerra,. Molti uomini illustri vanta questa casata, i quali nelle armi, nelle scienze e nell’esercizio delle magistrature si resero benemeriti alla patria. Ebbe pure cavalieri di Malta e di S. Stefano, e fra questi emerse Giuliano-Antonio, dotto giureconsulto che per sette anni insegnò giurisprudenza nell’Università di Pisa. Un ramo della casata si stanziò in quel di Abruzzi donde diede origine a un proprio ramo.

 

ARMA: D’azzurro alla fascia di rosso caricata da tre stelle di sei raggi d’argento ed accompagnata da quattro stelle di sei raggi d’oro, due in campo e due in punta.

 

 

___________________________________________________________________________________________________________________________